10 consigli per farsi conoscere online

Quante volte abbiamo voluto un metodo semplice e facile per farci conoscere online? Questa è la guida giusta e finalmente non dobbiamo per forza conoscere metodi complicati e tecnicismi nerd.

Questi 10 consigli sono estratti dal libro Show Your Work! (Austin Kleon). Ecco qui il un riepilogo del libro, note e punti salienti tradotti in italiano. Ad oggi, giugno 2021 non esiste ancora la traduzione.

Questo libro ha completamente cambiato il modo in cui pensavo di condividere cose online e mi ha incoraggiato ad aprire il mio blog personale proprio nel 2021.

Il libro in 3 frasi

  1. Condividi i tuoi pensieri, il tuo processo e il tuo lavoro, online, gratuitamente.
  2. Non devi essere un esperto per condividere il tuo lavoro: i principianti possono facilmente aiutare altri principianti.
  3. Condividendo il tuo lavoro online, attirerai un pubblico di persone interessate alle tue stesse cose: questo può cambiarti la vita.

Impressioni

Questo è uno dei tre libri che più mi ha cambiato la vita (gli altri sono “4 ore alla settimana. Ricchi e felici lavorando 10 volte. Tim Ferris” e sicuramente “Trova il tuo perché di Simon Sinek“).

Chi dovrebbe leggerlo?

Penso che questo libro dovrebbe essere una lettura obbligatoria per tutti nel mondo. Se sei interessato alla creatività (di qualsiasi tipo) o all’imprenditorialità o agli affari (di qualsiasi tipo), dovresti leggere il libro.

Anche se non hai il minimo interesse per la creatività, l’imprenditorialità o non ti piace metterti in gioco in generale, dovresti comunque leggere questo libro perché aprirà percorsi neurali e possibilità che non sapevi esistessero.

Se conosci l’inglese, ci vorranno un paio d’ore per leggerlo, quindi non hai motivo per non farlo.

☘️ Come il libro mi ha cambiato

Come sono cambiati la mia vita/comportamento/pensieri/idee in seguito della lettura del libro.

  • Mi ha fatto sentire più a mio agio nel condividere i miei pensieri e il mio lavoro online.
  • Mi ha reso generalmente più a mio agio nel mettermi “là fuori”.
  • Mi ha fatto aprire il mio blog.
  • Avviare il blog è stato il primo passo per avviare il mio canale YouTube.

✍️ Le 3 migliori citazioni

  • I principianti sanno che contribuire a qualcosa è meglio che non contribuire a niente.
  • Ritagliarsi uno spazio online, un luogo dove esprimersi e condividere il proprio lavoro, è comunque uno dei migliori investimenti possibili che si possono fare con il proprio tempo.
  • Nel momento in cui impari qualcosa, girati e insegnala agli altri. Condividi la tua lista di lettura. Indica materiali di riferimento utili. Crea alcuni tutorial e pubblicali online. Usa immagini, parole e video. Accompagna le persone passo dopo passo attraverso parte del tuo processo. Come dice la blogger Kathy Sierra, “rendere le persone migliori in qualcosa in cui vogliono essere migliori”

📒 Riepilogo + Note

Un nuovo modo di operare

Il mondo è cambiato. Non basta più fare cose e sperare che le persone le trovino. Devi essere reperibile.

Pensa al tuo lavoro come a un processo senza fine. Puoi condividere il tuo processo in un modo che attiri gli altri. Immagina se il tuo prossimo capo non dovesse leggere il tuo curriculum perché legge già il tuo blog. Immagina di essere uno studente e di ottenere il tuo primo contratto basato su un progetto scolastico che hai pubblicato online. Immagina di perdere il lavoro ma di avere un social network di persone che conoscono il tuo lavoro e sono pronte ad aiutarti a trovarne uno nuovo. Immagina di trasformare un progetto secondario o un hobby nella tua professione perché hai un seguito che potrebbe supportarti. Oppure immagina qualcosa di più semplice e altrettanto soddisfacente: dedicare la maggior parte del tuo tempo, energia e attenzione praticando un mestiere, imparando un mestiere o dirigendo un’impresa, consentendo anche la possibilità che il tuo lavoro possa attirare un gruppo di persone che condividono i tuoi interessi. Tutto quello che devi fare è mostrare il tuo lavoro.

1. Non devi essere un genio

Trova uno “Scenius” – Dobbiamo allontanarci dal mito del genio solitario della creatività.

“Scenius” è un modo più sano di pensare alla creatività: “un’intera scena di persone che si sostengono a vicenda, si guardano il lavoro, si copiano, si rubano idee e contribuiscono con idee”.

Chiunque può contribuire allo scenius. Non devi essere un esperto.

Sii un principiane – A volte, i principianti hanno più da insegnarci degli esperti. Un principiante capisce la mente dei principianti. L’esperto no.

Trova qualcosa che vuoi imparare. E imparalo davanti agli altri. Condividi il tuo processo. Condividi i tuoi successi e, soprattutto, i tuoi fallimenti. Aiuta gli altri che vogliono essere sulla stessa strada.

2. Pensa al processo, non al prodotto

Porta le persone dietro le quinte – Il modello di creatività del prodotto finito è una reliquia dell’era pre-digitale. Dove l’unico modo in cui gli artisti potevano trovare un pubblico per il loro lavoro era mostrare il prodotto finito in tutto il suo splendore. Internet ha cambiato questo. La gente vuole davvero vedere come viene prodotta la “il sugo”. Il pubblico vuole vedere la persona dietro il prodotto.

Diventa un documentarista di ciò che fai – Come dice Gary Vaynerchuk, “documenta, non creare”. Condividi gli screenshot mentre procedi. Scatta foto del tuo processo. Annota i tuoi pensieri su un quaderno. Che tu lo condivida o meno, documentare il tuo processo ha i suoi vantaggi.

3. Condividi qualcosa di piccolo ogni giorno

Condivisione e sovracondivisione: condividi contenuti che potrebbero essere utili, interessanti o divertenti per qualcuno dall’altra parte dello schermo.

Lo considero come “Questo potrebbe potenzialmente aiutare almeno una persona al mondo? Se è così, dovrei condividerlo.”

L’unica metrica che conosciamo è il giorno. Non è la settimana, non è il mese. È il ritmo che da il giorno.
Piccole condivisioni tutti i giorni, porteranno a grandi condivisioni dopo un anno.

Ottieni il tuo nome di dominio – Hai bisogno di un sito web personale. Sì, anche tu che stai leggendo ora. Potresti non avere ancora nulla da scrivere. Ma fidati di me (e di Austin): hai bisogno di un sito web personale. Trova un nome di dominio, preferibilmente www.[tuonome].com, ma se non è disponibile, usa un’altra estensione (es: .co.uk, .com.pk, .io, .me ecc, ce ne sono centinaia) . Scopri come installare un blog su di esso (es: WordPress o Ghost, personalmente preferisco Ghost). Sì, se non l’hai mai fatto prima ci vorrà del tempo e dovrai cercare su Google. Ma sarà uno dei migliori investimenti che tu abbia mai fatto con il tuo tempo.

4. Apri il tuo armadio delle curiosità

Condividi il lavoro di altre persone – A tutti noi piacciono cose diverse. Se puoi condividere le cose che ti piacciono, se puoi curarle per gli altri, accadranno cose buone.

Il @copyright è sempre dovuto – Ovviamente, se condividi il lavoro di altre persone, vuoi dare loro un “credito”. 

Attribuzione = fornire un contesto per ciò che stai condividendo. Si tratta di mettere piccole etichette museali accanto alle cose che condividi. Attribuire preferibilmente con un collegamento. Es: grazie Austin Kleon per aver scritto questo libro.

5. Racconta belle storie

Le persone vogliono leggere (e ascoltare) buone storie. Diventerai più efficace nel condividere te stesso e il tuo lavoro se riesci a raccontare una buona storia.

Parla di te alle feste – Va bene parlare di te se la gente lo chiede. Non pensarlo come un interrogatorio. Considerala come un’opportunità per entrare in contatto con qualcuno che potrebbe essere interessato al tuo lavoro.

6. Insegna quello che sai

L’impulso a tenere per te ciò che hai imparato non è solo vergognoso, è distruttivo. Tutto ciò che non dai gratuitamente e in abbondanza ti viene perso. Apri la tua cassaforte e trovi le ceneri. 

Annie Dillard

Insegnare alle persone non toglie quello che fai, lo aggiunge. Quando insegni a qualcuno come fare il tuo lavoro, stai effettivamente generando più interesse per il tuo lavoro. Le persone si sentiranno più vicine perché stai insegnando loro quello che sai.

Quando insegni e condividi il tuo lavoro con gli altri, riceverai in cambio un’istruzione. Le persone vedranno le tue cose, si connetteranno con esse e ti contatteranno con consigli e i loro pensieri. Questa è magia.

7. Non trasformarti in spam umano

Se vuoi dei fan, devi prima essere un fan. Se vuoi essere accettato da una comunità, devi prima essere un buon cittadino di quella comunità. Se stai solo indicando le tue cose online, lo stai facendo male. Devi essere un connettore. Lo scrittore Blake Butler chiama questo essere un nodo aperto. Se vuoi avere, devi dare. Se vuoi essere notato, devi notare. Taci e ascolta di tanto in tanto. Sii premuroso. Sii premuroso. Non trasformarti in spam umano. Sii un nodo aperto.

Vuoi cuori, non occhi – Smettila di preoccuparti di quante persone leggono le tue cose e quante persone ti seguono online.

Il test dei vampiri – “Qualunque cosa ti ecciti, fallo. Qualunque cosa ti prosciughi, smettila di farlo” – Derek Sivers

Incontra persone “dal vivo” – Fai amicizia online e poi incontrale nella vita reale. Gli incontri sono fantastici. Se conosci qualcuno online e ti trovi nella stessa città, prendi un caffè con loro. Quando sei in viaggio, fai sapere ai tuoi amici online che sarai in giro.Incontrare persone online è fantastico, ma trasformarle in amici “dal vivo” è ancora meglio.

8. Impara a prendere un pugno e insaccare

Quando pubblichi delle cose, riceverai un po’ di critiche. Questo è naturale. Impara a prenderlo. Non lasciare che la paura degli haters ti impedisca di metterti in gioco. Sono una piccola minoranza e non hanno alcun potere su di te.

L’evitare compulsivamente l’imbarazzo è una forma di suicidio.

 Colin Marshall.

Non passare la vita a evitare la vulnerabilità. Se lo fai, tu e il tuo lavoro non vi connetterete mai veramente con le persone.

9. Vendi!

Dobbiamo superare il nostro romanticismo da “artista affamato”. Non c’è niente di male o di male nel denaro. Far pagare soldi per le cose non ostacola la tua creatività. Michelangelo dipinse il soffitto della Cappella Sistina su commissione del pop.

Ma allo stesso tempo, fai attenzione a vendere il lavoro che ami. Fai attenzione a vendere le cose che ami: quando alle persone viene chiesto di tirare fuori i loro portafogli, scopri quanto apprezzano davvero ciò che fai. Il mio amico John T. Unger racconta questa storia formidabile dei suoi giorni come poeta di strada. Faceva una lettura di poesie e poi un ragazzo veniva da lui e diceva: “La tua poesia ha cambiato la mia vita, amico!” E John diceva: “Oh, grazie. Vuoi comprare un libro? Sono cinque dollari.» E il ragazzo prendeva il libro, lo restituiva a John e diceva: “No, va bene”. Al che John avrebbe risposto: “Cavolo, quanto vale la tua vita?”

Tieni una mailing list – Anche se non hai nulla da vendere in questo momento, tieni una mailing list. Ci sono persone che gestiscono attività multimilionarie dalle loro mailing list. Il modello è semplice: regalare fantastici contenuti gratuiti sul tuo sito web. Raccogli le email delle persone a cui piace leggerlo. Quando hai qualcosa di straordinario da vendere o condividere, invia loro un’e-mail per informarli.

Paga “in anticipo” – Quando hai successo, aiuta le persone che ti contattano. Aiuta le persone che ti hanno aiutato ad arrivare dove sei.

Avvertenza: non sacrificare la tua arte o il tuo lavoro per rispondere alle email. Sii il più generoso che puoi, ma abbastanza egoista da portare a termine il tuo lavoro.

10. Resta in giro

Non smettere: continua a fare il tuo lavoro e continua a condividere.

Prendi dei periodi sabbatici.

Non aver paura di cambiare le cose. Non sta proprio ricominciando da capo. Conservi ancora tutto quello che hai imparato prima. Stai ricominciando dal primo capitolo.

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.